Abbracci gratuiti…

Non è esattamente quella che si può definire novità, ma ricevere un bell’abbraccio gratuito mentre si passeggia per il centro è stato certamente apprezzato.

Bravi a tutti colori che hanno passato il loro sabato pomeriggio a fare questo, ancora di più visto che lo facevano per beneficenza…

vorrei ma non posso… un cane

Vorrei un cane. Lo vorrei da tanto tempo ma da quest’estate la voglia è proprio tanta!!! Prima Trudi dai nonni, poi Wendy all’isola d’Elba, il lungo viaggio con Piero fino a Minorca e Melanie a Brescia a farmi compagnia nei pomeriggi in Piazza Duomo.



non posso averne uno, per responsabilità! Non sono a casa dalla mattina alle 6 fino alla sera alle 11! come farei?? e poi, chi augura ad un cane di vivere con me, con un frigo sempre vuoto senza nemmeno l’acqua??

Bhe quantomeno concedetemi di partecipare alle passeggiate tutti insieme con i cani… e non tiratemi in giro se io porto Camilla, il mio nuovo cane Caco Design (nella prima foto è quello alla mia sinistra)


Bruxelles e qualche risultato

Il viaggio a Bruxelles, raccontato in parte anche sul blog, non aveva solo scopo di divertimento e visita della città. Come per il primo viaggio organizzato da Brescia per Passione, infatti, un’intera giornata è stata dedicata agli incontri istituzionali.

Tornati a Brescia, abbiamo presentato alla stampa i risultati degli stessi e la richiesta di adesione della città di Brescia al patto dei sindaci.

Rimango al post della puntualissima Laura Castelletti che raccoglie tutti gli articoli che parlano della nostra proposta.

Brescia e l’arte…

Sabato ho avuto l’occasione di fare da guida turistica ad alcuni amici Comaschi (di Cernobbio per la verità) venuti in città per l’inaugurazione di una mostra d’arte del bisnonno Borra presso lo Spazio Aref di Piazza Loggia.

Non è stata solo l’occasione per riscoprire tanti luoghi così affascinanti che la nostra città offre, ma anche per visitare alcune galleria d’arte, visto l’interesse dei collezionisti del gruppo! Li ho portati in quelle che conosco, bellissime, Palazzo Gallery con Benny Chirico, Paci con Teun Hocks. solo per una questione di tempo non siamo riusciti a visitare anche Galleria delle Battaglie e Minini.

E’ stato ancora più bello, però, scoprire come le loro fonti davano a Brescia ben 62 gallerie d’arte, di cui quasi la metà a me totalmente sconosciute!

Non vedo l’ora che arrivi la prossima notte bianca dell’arte, per partire nel primo pomeriggio e visitarmele tutte!!!

Bruxelles giorno 2

Il viaggio prosegue. Senza entrare nei dettagli notturni, dopo tre ore di sonno, verso le 9, è iniziata la seconda giornata esplorativa della città. Prima la ricerca di una bicicletta a noleggio, impossibile se sei un turista e soprattutto se sei nella capitale Europea nel week end.

Passo successivo la visita al Museo di Magritte, un veloce sguardo al più grande Palazzo di Giustizia del mondo e via per Avenue Luise in riceca di edifici Art Decò e Art Nouveau!!!! Quindi la splendida casa di Hortà, primo esponente dell’architettura Nouveau!

Ora si va a cena, domani ci aspetta l’ultima giornata belga ricca di incontri ufficiali!

Brescia ha voglia di BICI!!!!

Negli ultimi giorni, per un piccolo problema manutentivo, mi sono ritrovato con la nuova tessera Omnibus (necessaria per l’utilizzo di Bicimia) fuori uso!

Mi sono recato per tre volte all’ufficio di Brescia Mobilità e finalmente sono tornato in possesso di una tessera funzionante.

Ciò che mi ha stupito, però, è come per tutte e tre le volte l’ufficio di Brescia Mobilità in Piazza Rovetta era sempre super affollato. Le efficienti impiegati hanno sempre smaltito molto velocemente il carico di lavoro ma ascoltare chi mi precedeva mi ha messo entusiasmo.

La mamma che voleva segnalare che Bicimia non c’è ad ingegneria e il figlio non può utilizzarla.
La signora che chiede una postazione anche a Fiumicello
Una studentessa si lamenta che a Medicina le postazioni son troppo poche.
Un impiegata dice come alla Questura la nuova postazione sia sempre vuota durante il giorno e piena la sera (segno che gli abitanti del quartiere utilizzano davvero il servizio per recarsi in centro e ritorno).
E poi, tante persone che voleva aderire a bicimia, tantissimi studenti, anche stranieri e due anziane signore che goffamente, chiedevano informazioni su come utilizzare questo strumento “tecnologico”

Insomma, Brescia e i bresciani dimostrano di voler utilizzare sempre di più le biciclette. E vogliono una città in cui sia facile e sicuro andare sulle due ruote. Il bike mob di qualche mese fa me l’aveva dimostrato, le persone che danno suggerimenti e si avvicinano al servizio Bicimia ancora di più!!! BRESCIA HA VOGLIA DI BICI

Sta all’amministrazione investire in tale servizio. L’ampliamento delle postazioni in città è recente, e già sembrano poche a causa del successo del servizio! Vanno aumentate e ampliate al più presto! Come si deve investire in nuove piste ciclabili, sicure e indipendenti dai percorsi automobilistici!!!

Solo in una città davvero più vivibile, Paroli potrà riavere i desiderati 220.000 abitanti. Non basterà costruire altre case per farlo!!!